Contatti

Segnalazione reclami

Credemvita presta la massima attenzione alle esigenze e alle segnalazioni dei propri clienti. Ogni segnalazione per noi è estremamente importante per intercettare, identificare e correggere tempestivamente eventuali disservizi.

Potrai, in ogni momento, presentare un reclamo, eventualmente corredando la comunicazione con la documentazione che riterrai utile inviarci, alla preposta Funzione Reclami istituita presso Credemvita nei modi seguenti:

1)  compilando l’apposito form riportato in calce alla presente sezione;

2) scrivendo ai seguenti recapiti:

- via posta, all’attenzione della Funzione Reclami di Credemvita S.p.A., Via Luigi Sani n. 1, 42121 Reggio Emilia (RE);

            - via e-mail, all’indirizzo reclami@credemvita.it;

            - via posta elettronica certificata, all’indirizzo credemvita@actaliscertymail.it.

La Funzione Reclami di Credemvita, in conformità alle disposizioni in materia (Regolamento ISVAP n. 24 del 19 maggio 2008), fornirà il proprio riscontro entro il termine massimo di quarantacinque giorni dal ricevimento del reclamo.

***

Qualora non ti ritenga soddisfatto dell'esito del reclamo, in caso di mancato o parziale accoglimento del medesimo o nell’ipotesi di assenza di riscontro entro il termine massimo indicato, potrai presentare un reclamo all’IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni) – Servizio Tutela del Consumatore, Via del Quirinale n. 21 - 00187 Roma, tramite:

(i) fax: 0642133206;

(ii) p.e.c.: tutela.consumatore@pec.ivass.it;

(iii) posta ordinaria all’indirizzo indicato,

utilizzando l’apposito modello messo a disposizione dall’Istituto al seguente indirizzo internet: https://www.ivass.it/consumatori/reclami/index.html (link diretto al modello: https://www.ivass.it/consumatori/reclami/Allegato2_Guida_ai_reclami.pdf).

Sul sito internet dell’Istituto, all’indirizzo indicato, potrai reperire ulteriori notizie utili in merito alle modalità di presentazione del reclamo ed alle competenze dell’IVASS, inclusa una Guida sulla presentazione dei reclami. Segnaliamo che possono essere presentati all’IVASS i reclami per questioni inerenti al contratto o attinenti la trasparenza informativa (ad esempio in riferimento ai DIP ed alle Condizioni contrattuali). In particolare è possibile presentare all'IVASS i reclami per l’accertamento dell’osservanza delle disposizioni del D. Lgs. n. 209/2005 (Codice delle Assicurazioni Private) e delle relative norme di attuazione, nonché delle disposizioni del D. Lgs. n. 206/2005 (Codice del consumo) Parte III, Titolo III, Capo I, Sezione IV-bis relativi alla commercializzazione a distanza di servizi finanziari al consumatore da parte delle compagnie di assicurazione e di riassicurazione, degli intermediari e dei periti assicurativi.

***

Si segnala che è possibile presentare un esposto alla CONSOB (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa), Via G. B. Martini 3, 00198 Roma, o Via Broletto 7, 20121 Milano, nelle modalità indicate nella guida informativa “Inviare esposti alla Consob” pubblicata al seguente indirizzo del sito internet della Commissione: http://www.consob.it/web/investor-education/l-invio-di-esposti. Tale modalità di presentazione degli esposti può essere utilizzata con riferimento ai prodotti di investimento assicurativi (come, ad esempio, polizze di Ramo I rivalutabili, di Ramo III unit linked o multiramo) qualora la contestazione verta: (i) in merito al KID (Key Information Document); (ii) in merito alla modalità con cui l’intermediario distributore (iscritto alla Sezione D del RUI, come ad esempio, banche, SIM, intermediari finanziari di cui all’art. 106 del Testo Unico Bancario) ha fornito le informazioni sull’attività svolta, sul tipo di prodotto di investimento assicurativo proposto e sui rischi e costi legati all’operazione di investimento, etc. Si precisa che per i prodotti realizzati sino al 1° ottobre 2018 la competenza della CONSOB è limitata ai prodotti di tipo unit liked, index linked e ai prodotti finanziari di capitalizzazione.

***

In relazione a presunte irregolarità, criticità o anomalie riguardanti il Fondo Pensione Aperto Credemprevidenza o il Piano Individuale Pensionistico Credemvita Futura, potrai presentare un reclamo a Credemvita nelle medesime modalità già indicate in precedenza.

Qualora non dovessi ritenerti soddisfatto dall'esito del reclamo, in caso di mancato o parziale accoglimento del medesimo o nell'ipotesi di assenza di riscontro entro il termine massimo di quarantacinque giorni, puoi rivolgerti alla COVIP, Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione, trasmettendo un esposto. E' comunque possibile scrivere direttamente alla COVIP in situazioni di particolare gravità e urgenza, potenzialmente lesive per la collettività degli iscritti al fondo: di norma, sono tali le situazioni segnalate da associazioni o da altri organismi di rappresentanza degli iscritti. Gli esposti trasmessi da uno stesso soggetto e relativi a una stessa situazione sono trattati soltanto per la prima comunicazione, salvo che le successive comunicazioni contengano nuove informazioni. La COVIP non prende in considerazione gli esposti anonimi.

Sul sito internet della Commissione, al seguente indirizzo https://www.covip.it/per-il-cittadino/reclami-esposti, potrai reperire una Guida alla trasmissione degli esposti alla COVIP dove sono indicate le modalità di presentazione degli esposti e le competenze della Commissione.

L'esposto deve avere come destinatario principale la COVIP - Commissione di vigilanza sui fondi pensione - e deve essere trasmesso mediante servizio postale al seguente indirizzo: Piazza Augusto Imperatore, 27 00186 ROMA, o inviato via fax al numero: 06.69506.304, o trasmesso da una casella di posta elettronica certificata all'indirizzo: protocollo@pec.covip.it.

***

Ti ricordiamo che, oltre a rivolgerti, per quanto di rispettiva competenza, all’IVASS, alla CONSOB o alla COVIP, nei termini e coi limiti indicati, hai la facoltà di adire l’Autorità Giudiziaria. Prima di adire l’Autorità Giudiziaria è tuttavia possibile - e in alcuni casi necessario - procedere mediante sistemi alternativi di risoluzione delle controversie, quali:

(i) la Negoziazione Assistita (Legge n. 162/2014). La procedura di negoziazione assistita consiste nell’invitare l’Impresa alla sottoscrizione di una convenzione mediante la quale le parti convengono di cooperare per risolvere in via amichevole una controversia tramite l’assistenza di avvocati. A seguito dell’attività di negoziazione vera e propria, può seguire un accordo che, se sottoscritto dalle parti e dagli avvocati che le assistono, diviene vincolante circa gli obblighi in esso previsti e permette la soluzione della controversia.

(ii) la Mediazione per la conciliazione delle controversie (D. Lgs. N. 28/2010 e successive modificazioni). In caso di controversia in materia di contratti assicurativi, qualora s’intenda intraprendere un’azione giudiziale, dovrà essere previamente esperita la procedura di mediazione prevista dal D. Lgs. n. 28/2010 e successive modificazioni ed integrazioni. Tale procedimento si svolge presso un organismo iscritto nel registro tenuto dal Ministero della Giustizia, il cui elenco nonché il procedimento sono consultabili sul sito https://www.giustizia.it/giustizia/. La mediazione si introduce con una domanda all’organismo nel luogo del giudice territorialmente competente per la controversia contenente l’indicazione dell’organismo investito, delle parti, dell’oggetto della pretesa e delle relative ragioni;

(iii) L’Arbitro per le Controversie Finanziarie. Potrai rivolgerti all’Arbitro per le Controversie Finanziarie (ACF) con riferimento ai prodotti di investimento assicurativi emessi dalla Compagnia e distribuiti dai soggetti iscritti nella Sezione D del RUI (ad es. banche) in caso di lamentata violazione, da parte di questi ultimi, degli obblighi di informazione, diligenza, correttezza e trasparenza cui sono tenuti gli intermediari nei loro rapporti con gli investitori contraenti. Per un completo esame dei casi in cui è possibile ricorrere all’Arbitro e per i dettagli sulla procedura si rinvia al relativo Regolamento reperibile al seguente indirizzo del sito internet dell’ACF: https://www.acf.consob.it/

***

Qui di seguito potrai visualizzare le rendicontazioni annuali di Credemvita sull’attività di gestione dei reclami. Le rendicontazioni riportano anche, in sintesi, i dati e le tipologie dei reclami pervenuti all’impresa nonché il relativo esito.

  • Informativa ai sensi degli artt. 13 e 14 del Regolamento UE 2016/679 (Regolamento in materia di protezione dei dati)

  • * I campi contrassegnati con asterisco sono obbligatori.
     

    Premesso che dichiaro di aver letto e compreso l’Informativa che mi è stata fornita ai sensi degli artt. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679:

     Autorizzo il Titolare al trattamento dei miei dati personali per le finalità legate alla ricezione di informazioni da me richieste riguardo a prodotti assicurativi della Società, conformemente a quanto indicato nella predetta Informativa e che, in particolare,  alla luce della particolarità dell’attività assicurativa e nel rispetto della normativa di settore, la Società potrà dover comunicare i dati personali altresì a soggetti appartenenti al settore assicurativo o correlati con funzione meramente organizzativa o aventi natura pubblica che operano come autonomi titolari, soggetti tutti così costituenti la c.d. “catena assicurativa”: